Guida (non convenzionale) alla scelta del tuo fotografo di matrimonio

Scriviamo questo articolo disinteressatamente e con nessuna pretesa di convincervi a scegliere noi, ma con il sincero intento di dare dei consigli utili a voi futuri sposi affinché possiate trovare il fotografo di matrimonio che riesca ad esaudire pienamente i vostri desideri per quel grande giorno.

Perchè fotografare un matrimonio significa celebrare un atto d’amore che merita, come forma di rispetto, che vi siano dati i giusti consigli affinché possiate trovare la persona all’altezza di un tale compito.

Per essere all’altezza non bastano bravura tecnica e capacità artistiche, ma prima di queste, la vostra valutazione dovrà essere relativa a qualcos’altro… e arriveremo a scriverne tra pochi righi.

Il lavoro del vostro futuro fotografo, anche se forse egli stesso non ne sarà consapevole, comincerà dal primo momento in cui vi metterete in contatto con lui.

Il suo modo di approcciare a voi, l’interesse che dimostrerà per le vostre esigenze e desideri, la gentilezza e disponibilità che adotterà nel rispondere alle vostre prime richieste saranno per lui (e per voi) il primo timido passo per mettere in contatto le reciproche sensibilità.

Ecco che siamo arrivati già al cuore del nostro discorso: se dovessimo individuare l’elemento iniziale su cui la vostra scelta dovrebbe basarsi sarebbe proprio questo, la sua sensibilità.

Il fotografo di matrimonio, molto prima di scattare le fotografie del vostro giorno e già dal primo momento in cui lo incontrerete, sarà per voi una guida, vi darà i giusti consigli su come organizzare le varie fasi della giornata, vi metterà a vostro agio se noterà un pizzico di insicurezza nel farvi fotografare, cercherà di proporvi una visione del significato della fotografia più ampia di quella che possedete attualmente, al fine di permettervi di cogliere in maniera più profonda la gioia e la bellezza racchiusa nel lavoro che vi consegnerà. Sarà il confidente delle vostre preoccupazioni e dei vostri desideri, e troverà il modo di trasformare le preoccupazioni in entusiasmo e i desideri in possibilità, cercherà di cogliere la parte più intima di voi e sintonizzarsi sulle vostre frequenze per creare una gioiosa sinergia, essenziale per permettervi di godere al massimo l’esperienza che vi preparate a vivere.

La nostra esperienza da fotografi di matrimonio ci ha insegnato che per riuscire in questa piccola impresa, sarà necessario che il fotografo che sceglierete sia dotato di una sensibilità simile alla vostra, in caso contrario vi sembrerà di parlare lingue diverse e si creerà una distanza che ostacolerà il suo lavoro e la fluidità del vostro rapporto con lui.

La sintonia delle sensibilità è il requisito necessario affinché gli sposi accolgano il proprio fotografo di matrimonio come una presenza benevola e di supporto durante quel giorno così particolarmente carico di emozioni, ed è quindi il presupposto fondamentale per poter vivere l’esperienza della fotografia nella maniera più serena e piacevole possibile.

Il risultato delle fotografie dipenderà tantissimo dal feeling che si creerà tra voi e il vostro fotografo.

Se si creerà la giusta sintonia, sarà in grado di vivere sulla sua pelle le vostre stesse emozioni, riuscirà a coglierle con la vostra stessa intensità, a scattare “allineando occhi, mente e cuore” per racchiuderle in un una fotografia..

Lo stesso discorso sarà valido per tutte le fasi successive al giorno del matrimonio.

La sinergia che si sarà creata tra di voi gli permetterà di lavorare alla selezione e all’elaborazione delle fotografie come se avesse un pò i vostri stessi occhi.

In questo modo ritroverete impresse nelle vostre fotografie le stesse emozioni che ricordate di aver vissuto, anzi in qualche modo addirittura amplificate e impreziosite dalla cura, dall’amore e dal rispetto che il fotografo naturalmente adotterà in fase di lavorazione.

Non vogliamo affrontare qui l’annosa e ritrita questione della scelta del fotografo in base al prezzo che vi propone, rispetto alla quale ci limiteremo a dirvi che proporre un servizio matrimoniale a prezzi eccessivamente bassi renderà “materialmente impossibile” offrire un lavoro all’altezza del necessario, e contribuirà esclusivamente a svilire il senso della fotografia.

Il vostro fotografo dovrà comunque giustificare il prezzo richiesto, dovrà farvi partecipe e coinvolgervi in tutto il lavoro che precederà e seguirà lo scatto delle fotografie. Oltre che permettervi di apprezzare la sua professionalità, questo contribuirà a farvi godere ancor più del lavoro finale che vi sarà consegnato, come è più bello osservare un quadro conoscendone la storia che lo precede.

Quelle fotografie saranno per il resto della vostra vita la finestra dalla quale potrete affacciarvi e rivivere tutta la gioia di quel giorno, come se tutto stesse accadendo nuovamente davanti ai vostri occhi.

Qualsiasi sia il vostro briciolo di follia, trovate il vostro fotografo altrettanto folle quanto voi, è lì fuori, da qualche parte, che vi aspetta.

E quando si trova un fotografo così, si trova anche un amico.

Che le vostre fotografie possano nutrire in voi una fiamma sempre più ardente.

Con sincero affetto.

Roberto e Marco.

Chiaia Wedding Studio.

THAT MAGIC MOMENT - WEDDING IN SORRENTO

Amiamo ascoltare la vostra voce!
Lascia un commento, e raccontaci la tua visione della fotografia.

Oppure Clicca qui, per visitare il nostro sito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserire un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu